Qual è la differenza fra termocoperta e scaldaletto?

Che differenza c’è fra una termocoperta e uno scaldaletto? Si assomigliano, ma sono diversi. Entrambi scaldano il letto, ma in modo differente, in particolare la diversità sta nel fatto che la termocoperta, come dice la parola, è una coperta termica elettrica da mettere sopra il lenzuolo, mentre lo scaldaletto che funziona a elettricità come la termocoperta va messo nello strato fra il materasso e il lenzuolo di sotto. A differenza della termocoperta, lo scaldaletto irradia calore dal basso verso l’alto e la sensazione di tepore che dona a chi si mette a letto è immediata e confortevole. Inoltre, grazie al suo sistema direzionale di propagazione del calore, lo scaldaletto è più efficiente della termocoperta e, al tempo stesso, consuma di meno garantendo un maggiore risparmio energetico.

Ambedue vanno accesi all’incirca un quarto d’ora prima di coricarsi ed è sempre meglio spegnerli subito dopo, anche se gli ultimi modelli sono dotati di sistemi automatici di sicurezza che provvedono al blocco del funzionamento qualora ci si dimenticasse di spegnerli o ci si addormentasse. Una volta dentro il letto, la piacevole sensazione donata da questi accessori renderà inutile protrarne oltre la funzione, in quanto avranno già fatto il suo riscaldando adeguatamente il nostro giaciglio. Al momento dell’acquisto di questi prodotti scegliere sempre quello che si adatta meglio al letto a cui è destinato, quindi controllare bene le misure che corrispondono agli standard matrimoniale, singolo o piazza e mezzo. Se la presa è vicina al letto vanno bene anche cavi di alimentazione corti, ma se dovessimo spostare altrove la nostra coperta termica o scaldaletto che sia è sempre bene preferire quelli con filo più lungo.

Se, poi, in casa abbiamo animali o persone incontinenti esistono in commercio dei prodotti impermeabili, che possono essere facilmente lavati. Accertarsi sempre, poi, che la termocoperta abbia stampato sull’etichetta il marchio CE, una garanzia di qualità imprescindibile nel rispetto della conformità alle norme comunitarie. In fondo, sono prodotti destinati alla famiglia e, pertanto, non possono peccare di scarsa sicurezza. Sempre per un’adattabilità del prodotto al contesto domestico e alle varie temperature stagionali, si consiglia l’acquisto di un modello che consenta di preimpostare diversi livelli di calore per una regolazione della temperatura, di volta in volta, che ci consenta di fruire dell’adeguata intensità termica. I prezzi di una termocoperta sono più che accessibili, sotto 100 euro anche per una matrimoniale, con eccezioni per le marche più griffate, come si può verificare consultando il sito www.miglioritermocoperte.it.