Lavatrice, modelli e caratteristiche più idonee

La lavatrice è un elettrodomestico davvero indispensabile da avere in casa. Anche se abbiamo un appartamento piccolo non certo fare a meno della lavatrice e per ovviare a problemi simili in commercio ormai ci sono tantissimi modelli che possono fare al caso nostro, possono avere dimensioni compatte o programmi particolari.

Per riuscire a scegliere con cura la lavatrice ideale e per aiutarci nella scelta dobbiamo andare a considerare oltre i parametri standard, anche una serie di caratteristiche particolari che spesso non crediamo siano importanti.

In commercio esistono davvero tante quasi troppe tipologie di lavatrice, che presentano anche altrettanti programmi di lavaggio. Inoltre le lavatrici si differenziamo sia per dimensioni sia per i cestelli. Esistono essenzialmente dei parametri che vengono consigliati e che sono i più indicativi da considerare e tenere d’occhio per riuscire a fare la scelta più sensata ed avere la lavatrice più consona al nostro spazio e alle nostre esigenze.

Bisogna fin da subito considerare con raziocinio la capacità di carico del cestello. Questo valore deve essere connesso non solo allo spazio fisico occupato dalla lavatrice, ma anche allo spazio che abbiamo in casa per gli stenditoi. Quando andiamo a scegliere la capacità di una lavatrice bisogna anche considerare quanti lavaggi si fanno, quanto bucato generalmente si deve lavare e quanto tempo intercorre tra un bucato e l’altro. Generalmente quando scegliamo una lavatrice non pensiamo mai a questa serie di domande e spesso controlliamo solo i tipi di programmi di lavaggio, ci preoccupiamo dei consumi energetici ma non diamo il giusto conto all’utilizzo pratico della macchina e ad esempio ai consumi di acqua.

Al momento la maggior parte dei modelli di lavatrici presentano una fascia di prezzo media, e quasi tutte hanno una classe energetica abbastanza buona. Perciò ciò che bisogna sottolineare sono una serie di altre piccole considerazioni che vanno fatte per avere un quadro generale completo della macchina. Ad esempio bisogna tenere in conto della potenza della centrifuga, un valore a cui spesso non diamo il giusto peso. Quasi tutti i modelli hanno potenze di centrifuga che si aggirano intorno ai 1000, modelli decisamente più costosi arrivano anche a 1600. A primo impatto giustamente siamo portati ad acquistare un modello che presenti una velocità di centrifuga maggiore possibile, perché ci sembra sicuramente la scelta più ottimale da fare, ma in realtà nel computo complessivo questi alti valori non sono indispensabili. In effetti oltretutto nella resa pratica non vedremo delle differenze colossali, ma anzi i livelli così alti comporteranno un elevato stress sulle fibre del tessuto. Per conoscere tutti questi consigli visitate Lavatrice Migliore.it.