Come scegliere una lavastoviglie

Quando si decide di voler acquistare una lavastoviglie, ciò che sarà considerato è innanzitutto l’uso che se ne vorrà effettuare, difatti, l’uso piuttosto frequente rappresenta misura preventiva da problematiche, quali potrebbero essere gli odori sgradevoli oppure lo sviluppo di muffe. Ovviamente, sarà inutile comprare un prodotto di questa tipologia quando non si intende di farne uso.

Fattori da valutare prima di acquistare una lavastoviglie.

La lavastoviglie rappresenta una buona opportunità per chi vorrebbe diminuire i tempi di lavaggio, e quindi pure i costi, sarà allora l’utilizzo che se ne vorrà fare a rappresentare il primario parametro di valutazione.

Ovvio che chi ha un’attività di ristorazione, un albergo o un bar, dovrà acquistare prodotti industriali che vanno a ridurre molto i tempi di durata del lavaggio, dunque, sarà caricata e scaricata a ciclo continuo, questa rappresenta l’unica scelta di lavastoviglie per tutte quelle strutture ristorative che vanno ad accogliere alle ore dei pasti tante persone.

Nel caso specifico dei modelli familiari, da usare in ambito casalingo, si dovrà considerare il carico, ovvero scegliere una più piccola adatta a coppie e single, oppure una più grande per famiglie più numerose. Questa scelta sarà fatta a seconda delle proprie esigenze di arredamento, si opterà per modelli da incasso, pannellabili completamente oppure con frontalino, da semincasso, o per le lavastoviglie ad installazione libera.

Effettuate tutte queste valutazioni fra i tipi adattabili al proprio ambiente, bisognerà valutarne i sistemi di sicurezza, ma anche le funzionalità presenti, nonchè i programmi disponibili e la conformazione dei cestelli, ed ovviamnete la scelta sarà individuale. Non di minore importanza sarà la valutazione della classe energetica, fra le A, optare per una della fascia più evoluta A+++, potrebbe convenire nei risparmi energetici se si intende fare tanti lavaggi. Qualora invece si valutino lavaggi nelle annuali medie, potrebbe non essere consigliato comprarne una di  massimo livello energetico. Inoltre, è bene considerare anche la rumorosità, in particolare se si abita in un appartamento con vicinato.

I prezzi di tali elettrodomestici sono tanto variabili, ed è uno dei parametri maggiormente valutati nella scelta di una lavastoviglie. In particolare, per quelle da incasso i prezzi di partenza si aggirano intorno ai 260 euro, sempre in classe A+, ma è possibile trovare prodotti fino a 5500 euro, in particolare per quanto concerne il tipo con frontalino a vista e con rifiniture in acciaio inox. Spesso, in quelle maggiormente costose, i programmi di lavaggio saranno in numero maggiore. Sul sito  www.sceltalavastoviglie.it un’utile guida all’acquisto di una lavastoviglie ideale per le prorpie esigenze.